Domenica, 18 Aprile 2021

Ordinanza e divieti - Parco Marino di Soverato

Ordinanza N. 01/2020 - Prot. N. 232 del 07/08/2020

ORD soverato

 

 

Il COMMISSARIO STRAORDINARIO

 

PREMESSO CHE:

  • nel tratto di mare, ricompreso all'interno della perimetrazione del Parco Marino Regionale "Baia di Soverato", sono presenti abitualmente le specie protette Hippocampus hipocampus e Hippocampus guttulatus;
  • l'Asisub - Associazione Italiana Sicurezza Ambientale - ha segnalato, con nota in data 06.2020, all'Ufficio Circondariale Marittimo - Guardia Costiera di Soverato un graduale degrado dell'habitat marino interessato, dovuto all'attività diportistica che, attraverso l'ancoraggio, ha provocato danni all'ambiente sottostante;
  • con nota 09.072020, il Comandante dell'Ufficio Circondariale Marittimo - Guardia Costiera di Soverato ha rappresentato all'Ente per i Parchi Marini Regionali - nel novero delle misure di salvaguardia previste dalla Legge Regionale 14 luglio 2003, n. 1O - l'opportunità di limitare gli ancoraggi;
  • con la medesima nota, il Comandante dell'Ufficio Circondariale Marittimo - Guardia Costiera di Soverato ha sottolineato la disponibilità del Comune di Soverato a collocare apposite boe segnaletiche nell'area interessata e della medesima Guardia Costiera di Soverato a collaborare con il Commissario dell'Ente per i Parchi Marini Regionali;
  • con nota n. 215 del 07.2020, il Commissario dell'Ente per i Parchi Marini Regionali ha confermato la piena disponibilità ad adottare ogni utile iniziativa finalizzata alla tutela ed alla salvaguardia dell'ecosistema, anche attraverso la convocazione di un apposito tavolo tecnico-scientifico;
  • a seguito dell'incontro tenutosi in data 30 luglio 2020, presso il Municipio del Comune di Soverato, è emersa la necessità di perimetrare un'area del Parco Marino Regionale "Baia di Soverato", al fine di evitare gli ancoraggi e scongiurare danni alla fanerogama marina Cymodocea Nodosa ed all'habitat occupato dalle due specie di cavallucci marini;
  • nel medesimo tratto di mare sono state delimitate con l'ausilio dell'Asisub e con il supporto del CE.S.R.A.M.- Centro Studi e Ricerca Ambiente Marino - che ha elaborato un documento datato 03.08.2020, le aree interessate dalla presenza di prateria di Cymodocea Nodosa (aree di colore verde riportate dell'allegato grafico);

POSTO CHE:

  • l'Ente Parco non dispone, allo stato, di strumenti di regolamentazione, indispensabili per disciplinare l'accesso, la fruizione e la tutela dell'area del Parco, quali il Regolamento ed il Piano del Parco;
  • nelle more dell'emanazione dei citati strumenti di regolamentazione, sono in vigore, in ogni caso, le misure di salvaguardia, di cui alla Legge Regionale 14 luglio 2003, n. 1O; 

RITENUTO necessario ed urgente, nelle more della redazione del Regolamento del Parco, emanare norme atte a garantire e tutelare l'integrità dell'ambiente marino, con particolare riferimento alla preservazione delle specie animali e vegetali, oggetto di particolare tutela, presenti in zona, anche al fine di favorire la salvaguardia ed il mantenimento dell'ecosistema marino;

DATO ATTO CHE i contravventori alla presente ordinanza, sono puniti dalle Autorità competenti, ai sensi del codice della navigazione, ovvero dell'articolo 53 del decreto legislativo 171/2005, sempreché il fatto non costituisca un diverso illecito;

VISTO il parere favorevole dell'Ufficio Circondariale Marittimo - Guardia Costiera di Soverato, acquisito con pec in data 06.08.2020;

VISTO il parere favorevole del Comune di Soverato, acquisito con pec in data 06.08.2020;

VISTA la legge 6 dicembre 1991, n. 394, "Legge quadro sulle Aree Protette";

VISTA la legge regionale 21 aprile 2008, n. 10, Istituzione del Parco Marino Regionale "Baia di Soverato";

VISTA legge regionale 16 maggio 2013, n. 24, recante: "Riordino enti, aziende regionali, fondazioni, agenzie regionali, società e consorzi comunque denominati, con esclusione del settore sanità";

VISTO il decreto del Presidente della Regione Calabria n. 138 del 12 dicembre 2017 con il quale è stato costituito l'Ente dei Parchi Marini Regionali;

ORDINA

  • di delimitare l'area dai punti da 1 a 6 dell'allegato grafico (da considerarsi quale parte integrante della presente ordinanza), con boe/gavitelli di forma troncoconica di colore giallo, in quanto ritenuta di particolare pregio naturalistico, data la presenza di specie marine animali e vegetali tutelate da normativa nazionale e internazionale, così come definita;
  • di vietare nell'area di cui all'art. 1 l'ancoraggio a qualunque unità navale ed ogni altra attività che possa arrecare danno al fondale
  • di vietare l'ormeggio alle boe che segnalano la delimitazione dell'area per qualunque unità
  • di trasmettere la presente ordinanza alla Ufficio Circondariale Marittimo - Guardia Costiera di Soverato, anche ai fini dell'applicazione delle eventuali sanzioni derivanti dalla violazioni dei divieti e delle norme
  • di trasmettere la presente ordinanza al Comune di Soverato, anche ai fini della collocazione di apposite boe segnaletiche nell'area
  • di divulgare la presente ordinanza in maniera capillare, anche mediante pubblica

Ordinanza N. 01/2020

N.B: Nel testo dell'ordinanza, per mero errore materiale, è stata riportata l'Asisub "Associazione Italiana Sicurezza Ambientale" anziché ASI-SUB  "Associazioni Sportive Sociali Italiane - Divisione Subacquea.

Giornata del mare 2021


giornata del mare 2021

L'11 aprile di ogni anno si celebra la Giornata del Mare e della Cultura Marinara.

Il 13 febbraio 2018, con l’entrata in vigore del nuovo Decreto sul Codice della Nautica, è stata istituita la Giornata Nazionale del Mare (D. Lgs. 3 novembre 2017, n. 229 – Art. 52).
La Repubblica italiana riconosce il giorno 11 aprile di ogni anno quale “Giornata del mare” presso gli istituti scolastici di ogni ordine e grado, al fine di sviluppare la cultura del mare inteso come risorsa di grande valore culturale, scientifico, ricreativo ed economico. La giornata ha lo scopo di sensibilizzare i giovani attraverso attività e momenti di confronto organizzati in collaborazione con il Comando generale della Guardia Costiera al fine di sviluppare il concetto di “cittadinanza del mare” e rendere gli studenti cittadini “attivi” del mare, tutori per la conservazione del bene e suoi diffusori per la cultura che esso implica.
L'Ente Parchi Marini Calabria, vista l'attuale situazione COVID, appena le condizioni lo renderanno possibile ha in programma di avviare delle attività di educazione ambientale per sensibilizzare gli studenti sulla tutela e salvaguardia del mare e delle sue specie.