Sabato, 08 Maggio 2021

Scogli di Isca

Il Parco Marino Regionale "Scogli di Isca” è stato istituito con la Legge Regionale n. 12/2008 ma già dal 1991, per iniziativa del WWF, era stata proposta l'istituzione di un’area protetta, l’Oasi Blu degli Scogli di Isca, a tutela di un’area marina di straordinaria bellezza paesaggistica ed uno scrigno di biodiversità.

L’area del Parco Marino ricade tra i Comuni di Amantea e Belmonte Calabro, a circa 800 metri dalla costa ed è estesa per circa 69 ha. Lo specchio d’acqua è caratterizzato dalla presenza di due scogli noti come “Isca Grande” ed “Isca Piccola” che si differenziano, oltre che per la dimensione del loro perimetro, anche per la diversa quota batimetrica: 25 metri per Isca Grande e 21 metri per Isca Piccola.

Con l’istituzione del Parco Marino, l’area è stata oggetto di continua attenzione, di esplorazioni, di studi e ricerche che hanno consolidato e fatto maturare nella comunità locale l’importanza del Parco.

L’area del parco è caratterizzato alla presenza della ZSC Zona Speciale di Conservazione “Fondali Scogli di Isca” (cod. IT9310039) che è uno degli esempi più belli di flora e fauna mediterranea, caratterizzati da una estesa prateria di Posidonia climax, ad alta biodiversità, praterie di margherite di mare, spirografi, spugne, ecc..

Nell'area marina, alla comune fauna mediterranea - scorfani, saraghi, occhiate, polpi, murene, ecc., numerose sono le cernie, alcune delle quali anche di notevoli dimensioni -  si aggiunge il passaggio per delfini e stenelle, e sono state avvistate anche tartarughe marine della specie Caretta caretta.

Oltre alla grande ricchezza della diversità biologica è stata rilevata la presenza, sino a pochi anni fa sconosciuta, di importanti colonie di coralligeno con gorgonie (Paramuricea clavata), corallo nero (Antipathella subpinnata) e falso corallo nero (Savalia savaglia).

 

Il Parco Marino in cifre:

  • Estensione: 69,97 ha
  • Popolazione: 13.975 abitanti
  • I Comuni del Parco sono Amantea e Belmonte Calabro

Giornata del mare 2021


giornata del mare 2021

L'11 aprile di ogni anno si celebra la Giornata del Mare e della Cultura Marinara.

Il 13 febbraio 2018, con l’entrata in vigore del nuovo Decreto sul Codice della Nautica, è stata istituita la Giornata Nazionale del Mare (D. Lgs. 3 novembre 2017, n. 229 – Art. 52).
La Repubblica italiana riconosce il giorno 11 aprile di ogni anno quale “Giornata del mare” presso gli istituti scolastici di ogni ordine e grado, al fine di sviluppare la cultura del mare inteso come risorsa di grande valore culturale, scientifico, ricreativo ed economico. La giornata ha lo scopo di sensibilizzare i giovani attraverso attività e momenti di confronto organizzati in collaborazione con il Comando generale della Guardia Costiera al fine di sviluppare il concetto di “cittadinanza del mare” e rendere gli studenti cittadini “attivi” del mare, tutori per la conservazione del bene e suoi diffusori per la cultura che esso implica.
L'Ente Parchi Marini Calabria, vista l'attuale situazione COVID, appena le condizioni lo renderanno possibile ha in programma di avviare delle attività di educazione ambientale per sensibilizzare gli studenti sulla tutela e salvaguardia del mare e delle sue specie.